Projects

Enzo Favata OS CAMINHOS DE GARIBALDI

Enzo Favata OS CAMINHOS DE GARIBALDI

Enzo Favata e la Banda Garibaldina di Monte Surdu 

Enzo Favata _tenor sax, soprano sax, sopranino sax, bass clarinet

Flavio Davanzo _trumpet

Filippo Vignato _trombone

Giancarlo Schiaffini _trombone

Alfonso Santimone _piano

Danilo Gallo _doublebass

U.T. Gandhi _drums

Enedina Sanna _texts, narrator

Booking : Jana Project

E-mail janaproject.2010@gmail.com

Website www.janaproject.com



Il progetto prende le mosse da un libro dal titolo “Os caminhos de Garibaldi na America”, trovato da Enzo Favata in una biblioteca di Rio de Janeiro, nel 2008 durante uno dei suoi tour sudamericani. Da qui l’idea di narrare la vita di Garibaldi in maniera inusuale, tra racconto orale e improvvisazione jazzistica, dà vita al progetto “Os caminhos de Garibaldi”, una produzione che vede coinvolti sette musicisti, una voce narrante e la proiezione video di immagini storiche dell’eroe dei due mondi. 

Il racconto parte dagli ultimi giorni di Giuseppe Garibaldi a Caprera quando in lui si fanno più vividi e presenti gli anni della gioventù, in particolare quelli trascorsi nel Sudamerica a lottare contro le dittature. Anni di formazione fondamentali per il futuro Generale, ma anche il tempo della scoperta dell’amore, dell’amicizia e del sentimento verso la natura, di fronte al paesaggio sconfinato dell’America Latina.
Gli  autori delle musiche, Enzo Favata e Alfonso Santimone, hanno lavorato su diversi  materiali sonori, a partire dalla rivisitazione di arie d’opera e motivi popolari dell’Ottocento, in una miscela di suoni contemporanei all’interno dei quali echeggiano i ritmi del candombe e del maracatù brasiliani ed echi della tradizione del sud  Italia e delle isole.

La musica è una gioiosa  esplosione di colori e di libertà  interpretativa sugli schemi musicali e complessi dei brani composti  ed arrangiati da Enzo Favata e Alfonso Santimone. Su questa organizzazione musicale si aprono  le performance della band che ricordano le migliori edizioni della Liberation Orchestra, Sun Ra Orchestra, e in alcuni momenti, straordinarie evocazioni jungle Ellingtoniane, evidenziando  la creatività e il  grande interplay dei musicisti, provenienti da diverse regioni italiane, diverse generazioni, differenti culture musicali ed esemplificando in questo senso una bella e variopinta idea dell’unità d’Italia. 

Una  band  originale nel suono  e nell’organico, composta da alcuni dei migliori rappresentanti del jazz creativo italiano

Un timbro  generale caratterizzato da  un’intensa energia propulsiva, con una leggerezza interpretativa inusuale in una fusione bandistico-free,  che in alcuni momenti fa trasparire una dolcezza sorprendente.

 

 

“Una formazione garibaldina,  sì, potremo definirla così , dove la musica  si muove liberamente con il piglio dei combattenti rivoluzionari,  percorrendo  durante lo spettacolo  la storia di un mito,  un’icona  della libertà, Giuseppe Garibaldi, con continui flash back e percorsi, tra temi del risorgimento, antichi motivi brasiliani ritmi candombe e marce travolgenti, dove emergono  autentici gioielli tematici come Va’ pensiero,  il tema della ballata di  Anita o un bandistico finale che intona la  famosa melodia  tradizionale sarda della Corsicana”. (Enzo Favata)